PREMI
63° Festival di Cannes, Quinzaine des Réalisateurs – Premio SACD; Festival Internazionale del Cinema di Palm Springs 2011, Premio FIPRESCI per la Migliore Attrice

Tania è una donna di 39 anni di origine russa che vive illegalmente in Belgio. In seguito a un controllo della polizia, viene arrestata e reclusa in un centro di permanenza, mentre suo figlio riesce a scappare.
Comincia per lei una battaglia per non perdere la dignità, l’identità, l’umanità, e per ritrovare suo figlio.

OLIVIER MASSET-DEPASSE (Charleroi, 1971)
Fin dai suoi primi cortometraggi, Chambre froide (2000) e Dans l’ombre (2004), ha filmato personaggi femminili testardi che non si fermano davanti a nulla pur di ottenere quello che vogliono. Con questi due film, ha vinto numerosi premi in festival internazionali.
Il suo primo lungometraggio, Cages (2006), è stato proiettato ai festival di Roma e Toronto, ottenendo un buon successo commerciale in Belgio.

Il film parla soprattutto di una madre divisa da suo figlio. Era importante mantenersi su questa linea narrativa universale, pura, chiara. Il commento sociale doveva restare in secondo piano. Le prime versioni del copione erano molto dure: integravano tutte le cose terribili che mi erano state narrate. Eppure, quasi da subito, la storia della madre è diventata il punto centrale. Ho eliminato tutto ciò che ci allontanava dalla sua storia. (Olivier Masset-Depasse)

Segui ICS su


Designed / Built by MARCO NOVELLO | Designer