Un topografo svizzero e uno italiano vengono chiamati dall’amministrazione di un piccolo comune delle Alpi per individuare i confini tra i due stati, andati perduti, e definire così la proprietà di una mummia emersa dai ghiacci.
Il sindaco del piccolo paese italiano spera in tal modo di rilanciare il turismo del luogo. Ma le accurate indagini dei due topografi portano alla luce un delitto del dopoguerra e il suo segreto.

ANDREA PAPINI (Varallo Sesia, 1958)
Piemontese di nascita, milanese per formazione, romano per lavoro, una laurea in ingegneria che gli è servita per fondare il network satellitare Microcinema, società di cui è stato amministratore delegato e presidente. Inizia l’attività cinematografica a metà degli anni ’80: regista di documentari, cortometraggi e spot pubblicitari, ha lavorato tra Roma, Milano e Torino. Ha tenuto lezioni sul cinema digitale ai Master del Politecnico di Milano e alla Scuola Nazionale di Cinema di Roma.
Tra i film più recenti: Nuovo cinema paradosso (2005), film collettivo presentato alle Giornate degli Autori della 62. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e La velocità della luce (2008). Tra gli spot più recenti: Accorcia la notte, allunga la vita (2004), realizzato per la Presidenza del Consiglio.

La misura del confine nasce da un premio vinto dal mio precedente film (una raffinata camera Red), dal coraggioso cast che ha accettato le difficili condizioni di lavorazione a 3000 metri, e dal mio desiderio di parlare dell’Italia di oggi osservandola da lontano, dai luoghi ai quali sono legato da sempre: il Monte Rosa e le valli che lo circondano. Quasi la montagna avesse avuto il desiderio di farsi filmare, il tempo è stato benevolo e la fortuna ci ha permesso di portare a termine la lavorazione di questa produzione sperimentale. Il film, non sulla montagna ma ambientato in montagna, è la storia di un eterogeneo gruppo di persone che, per un caso, diventano testimoni di un antico delitto che le riguarda, ma del quale faticano a cogliere lo spessore morale. L’idea è di esplorare i sogni del presente mettendo i protagonisti di fronte al loro stesso passato e all’ipnotica attrazione che la montagna crea sui loro desideri. (Andrea Papini)

Segui ICS su


Designed / Built by MARCO NOVELLO | Designer