Krister, marito e padre, si sveglia e si trova a dover affrontare le conseguenze di una tragedia. È un uomo finito, ma non ne è ancora consapevole. Di fronte alla realtà quotidiana non c’è alcuna via di fuga e ben presto Krister è costretto a fare i conti con le sue azioni.
Apan è un film sulla lotta per restare aggrappati a quelle cose intorno a noi che sono già perdute. La domanda che si pone è: cosa resta una volta che la vita di un tempo è svanita per sempre?

JESPER GANSLANDT (Falkenberg, 1978)
Si trasferisce dalla sua città natale a Stoccolma nel 2000. Nel 2006 scrive la sceneggiatura del suo film d’esordio, Falkenberg Farewell (2006), che esprime l’affetto e il rimpianto per gli anni della fanciullezza trascorsi a Falkenberg; il film viene presentato a numerosi festival in tutto il mondo, inclusi Toronto e Venezia, vince il Premio FIPRESCI a Lisbona e viene nominato per vari Guldbagge (Premi del Cinema Svedese).
Ha anche diretto il cortometraggio Jesper Ganslandt’s 114th Dream (2008), il film concerto Skinnskatteberg (2008) ed il documentario The Film I’m No Longer Talking About (2009). Apan è il suo secondo lungometraggio.

Per molto tempo mi ero trastullato con delle idee che in qualche modo ricordavano l’universo che avevamo creato in Falkenberg Farewell, ma quell’approccio dopo un po’ si era esaurito e mi ero reso conto che non potevo farlo di nuovo, che non sembrava più giusto. Allora ero a Malmö, vivevo in un hotel, da solo, in una stanzetta. Negli ultimi tempi mi sentivo perseguitato dagli avvenimenti agghiaccianti, tragici e violenti, che accadono nel mondo intorno a noi, e che ottengono solo alcune righe nelle ultime pagine dei giornali. Ma mi preoccupava anche il fatto che ci si aspettasse che noi ne fossimo informati, ne leggessimo e ne fossimo inorriditi, ma mai ci fosse richiesto di inserirli in un contesto umano. Apan cominciò a prendere forma proprio da una di quelle fantasie, una di quelle che mi hanno atterrito e sconvolto maggiormente. (Jesper Ganslandt)

Segui ICS su


Designed / Built by MARCO NOVELLO | Designer